ECOMUSEO VAL MELEDRIO

Passeggiando a Dimaro alla scoperta della storia della Val di Sole

L’Ecomuseo Val Meledrio è un percorso che si sviluppa a partire dall’abitato di Dimaro e che attraversa luoghi particolarmente significativi della storia e della cultura della Val di Sole, testimonianze uniche e perfettamente inserite nell’ambiente circostante dello sviluppo economico-industriale  della Valle.

Partendo dalla chiesa cinquecentesca di Dimaro, l’Ecomuseo si sviluppa lungo sentieri e strade percorribili sia a piedi che in mountain bike e conduce alla scoperta della Segheria veneziana comunale, del percorso della trementina, estratta dai larici, della fosinace (luogo in cui veniva lavorato il ferro per la produzione di attrezzi agricoli), del maglio (il grosso martello azionato dalla forza dell’acqua con il quale si appiattiva il ferro, presso il quale è stata allestita un’area pic nic) e della calcara (il rustico forno in cui venivano cotti i sassi calcarei per la produzione della calce).

Il percorso arriva fino al Colle di Santa Brigida dove sono stati rinvenuti i resti archeologici di una chiesetta e di un ospizio, dedicato probabilmente al riparo dei pellegrini in cammino fra la Val di Sole e la Val Rendena.  

L’Ecomuseo della Val Meledrio raccoglie quindi le testimonianze di tante attività economiche che nel corso della storia gli abitanti della Val di Sole hanno portato avanti utilizzando le risorse naturali che l’ambiente del Trentino offriva senza andare a rovinarlo. Esso inoltre permette di scoprire la selvaggia  e incontaminata Val Meledrio, racchiusa totalmente nel Parco Naturale Adamello Brenta, valle che già dai tempi antichi metteva in comunicazione la Val di Sole e la Val Rendena.

La Valle (chiamata spesso  Selva) è caratterizzata da fitte abetaie, conifere e ripidi ghiaioni ai piedi della Catena del Brenta. È attraversata dalla cosiddetta Via dell’Imperatore, strada così nominata perché a fine Ottocento era transitato da lì l’Imperatore d’Austria e Ungheria Francesco Giuseppe per raggiungere Campiglio, che porta fino all’altro versante della Valle (ai 1632 metri di Malga Monfidrà) per poi terminare al Passo Campo Carlo Magno.

Il nostro impegno per il rispetto della Natura!

Noi e l'ambiente
ECOLABEL

Perché ci stanno a cuore la natura e la Terra!