Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies .

Ecomuseo

L’Ecomuseo Val Meledrio a Dimaro è un ambiente naturale all’aperto, che si può definire “la porta di accesso” al Parco Naturale Adamello Brenta. Si sviluppa lungo il torrente Meledrio e il suo percorso veniva anticamente utilizzato dall’Imperatore d’Austria Francesco Giuseppe come via principale verso Folgarida e Madonna di Campiglio; per questo la Val Meledrio è denominata “La via dell’Imperatore”.

Scrigno di esperienze storiche e culturali della Val di Sole, l’ecomuseo mostra ai visitatori gli antichi mestieri di un tempo. Prima di imboccare la Val Meledrio potete visitare l’antica segheria veneziana, posta sulla destra, in cima al paese di Dimaro; da qui potete seguire il percorso della trementina per poi continuare la passeggiata, percorribile anche in mountain bike, verso le “fosinace”, dove anticamente veniva lavorato il ferro e dove è ancora presente il maglio, un martello gigante perfettamente conservato e funzionante, con a fianco una comoda area pic-nic. Proseguite poi per la “calcara”, antica fornace per la cottura e la produzione della calce e dei sassi calcarei anticamente utilizzati per la costruzione delle case. Proseguendo trovate una stretta forra rocciosa dalla quale il torrente Meledrio forma l’impetuosa “Cascata del Pison”; salite fino al Dos di Santa Brigida, dove in seguito ad opere di ricerca archeologica sono stati rinvenuti i resti dell’omonimo Ospizio, antico ricovero gestito da frati e dedito a viandanti e pellegrini. Chiudete l’intera passeggiata “a cerchio” scendendo verso Carciato e dirigendovi verso la Chiesa San Lorenzo di Dimaro.

Ecomuseo

Iscriviti alla nostra newsletter

  • Riceverai Le migliori offerte
  • Inviti ad eventi unici in Val di Sole