Chi è Santa Lucia e perché è così importante?

by Martina Carnessalini

12 Dicembre 2023

Quello di Santa Lucia è uno dei culti più sentiti del Trentino. Nel giorno in cui se ne celebra la festa vogliamo raccontarti la sua storia.

Quella che sta per calare sarà una notte speciale per noi. Una notte di vigilia. Domani, 13 dicembre, si festeggia infatti una delle sante più amate qui in Trentino: Santa Lucia.

Quella che ci aspetta sarà perciò una giornata speciale, una giornata di festa. I paesi si riempiranno di luci e suoni e, al calare della sera, Lucia, vestita di bianco, girerà per le strade in groppa al suo fedele somarello con in mano una lanterna, circondata dai bambini in festa che l’accompagnano trascinando in terra le “strozeghe”, lunghi fili a cui sono legate latte, barattoli e scatole che, strisciando sul selciato, emettono il loro inconfondibile clangore.

Sono proprio loro, i più piccoli, i veri protagonisti della festa. Pensa, [nome], che in Trentino è Santa Lucia e non Babbo Natale che porta doni a tutte le bimbe e i bimbi che si sono comportati in modo diligente e hanno fatto del bene durante l’anno. Ricordandoti bambino riuscirai di certo a immaginare quanto sia spasmodica la loro attesa.

Sembra fantastico, ma chi è Santa Lucia e perché si festeggia?

Hai ragione, ci siamo fatti prendere dall’entusiasmo e ci siamo dimenticati che non tutti conoscono questa festa. Quindi facciamo un passo indietro per raccontarti la sua storia. Lucia era una fanciulla che viveva a Siracusa nel III secolo dopo Cristo, ai tempi dell’Impero romano. La sua era una famiglia molto ricca, proprietaria di case, terreni e grandi quantità di denaro, ma molto sfortunata.

Il padre di Lucia era morto e la madre, Eutice, malata di una grave malattia che non voleva saperne di guarire. Per questo, Lucia la convinse a recarsi a Catania per chiedere alla santa Agata di guarirla. Una volta giunte alle pendici dell’Etna, Lucia sognò la santa. Agata disse a Lucia che Dio avrebbe guarito Eutice, che lei sarebbe diventata una sposa di Cristo e che, per questo, sarebbe stata uccisa dai pagani. E così andò. Ti risparmiamo tutte le sofferenza che Lucia dovette patire per mano del perfido Pascasio, il console di Siracusa, ma ti assicuriamo che erano abbastanza efferate da donarle la santità.

Da allora, Lucia è diventata una santa molto venerata e le sue immagini si trovano in moltissime chiese in tutto il Trentino. Il suo culto celebra la luce – il nome Lucia deriva infatti dalla parola latina lux – ed è frutto di un sincretismo (una fusione) tra le credenze popolari e la religione cristiana.

Quella del 13 dicembre è una delle notti più lunghe e scure dell’inverno e i fuochi che vengono accesi per festeggiare la santa e illuminare l’oscurità sono un modo per “ricordare” alla Natura di far tornare il sole, la luce e la primavera dopo il buio e i rigori dell’inverno.

Santa Lucia e le sue tradizioni

Oltre alla processione, ai fuochi e ai doni ci sono altre tradizioni legate alla festa di Santa Lucia. La sera prima della festa, per esempio, i bambini lasciano, sul davanzale della finestra, un pugno di farina gialla per lei e una presa di sale per il suo asinello. La mattina dopo il cibo scompare e al suo posto appaiono i regali e può capitare che davanti alla porta di casa si trovi l’impronta dello zoccolo del simpatico somaro.

Ricordo anche che, quando facevamo le scuole elementari, il nostro caro maestro Costanzo ci faceva trovare il segno del passaggio di Santa Lucia anche in classe. La mattina ad attendercic’erano mandarini, arachidi e caramelle. Per noi bambini era una sorpresa ancora più grande sapere che Santa Lucia era passata nella nostra scuola!

A tavola, a Santa Lucia, non possono mancare dolci, torrone e biscotti fatti in casa. E a Trento viene organizzata una grande fiera, con bancarelle, giocattoli e, ovviamente, moltissimi dolci di ogni tipo.

Fiere simili vengono organizzate anche in altre città come Bologna, che è la più antica di cui si abbia notizia. Santa Lucia infatti è una santa molto amata in tutta Italia, la si festeggia anche a Verona e in tutto il Veneto, in Friuli, in Lombardia, ma anche a Napoli, in Calabria e in Sicilia, soprattutto a Siracusa, la sua città natale.

Siamo arrivati alla fine, [nome]. Questo è quello che volevamo raccontarti su Santa Lucia e la sua festa. Ti va di ricambiare? Scrivici o commenta sul sito raccontandoci quali sono tradizioni natalizie della tua regione. Siamo curiosi di scoprirle!

Vieni a scoprire la magia del Natale in Val di Sole!

Vuoi organizzare una vacanza in Val di Sole per respirare la magica atmosfera delle festività insieme a noi? Cogli al volo le nostre offerte e regalati un momento di gioia per dare respiro alla tua anima.

Guarda le nostre offerte.

by Martina Carnessalini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti ricevuti

Enzo ha detto:

Grazie per questa bella mail… In Veneto Santa Lucia viene festeggiata come in Trentino nella zona di Verona ma anche nella vicinissima Venezia dove è sepolta! Buona festa a voi…

Fiorella ha detto:

Buongiorno è vero anche a Verona la festa di santa Lucia è molto sentita. Per i bambini buoni porta dolci x quelli disobbedienti porta il carbone.

È stato un piacere leggervi.

Antonio ha detto:

Buonasera grazie una bella favola domani anche a Savona (Liguria) si festeggia santa Lucia con la Fiera tanti giochi per i bambini purtroppo io lavoro (centro commerciale) quindi niente ferie se ne parla per l’estate vi contatterò sicuramente.Grazie buona serata